A Pedavena una passerella di campioni non solo nello sport

Coni, Assindustria e Provincia hanno premiato atleti, studenti, dirigenti e società nel consueto appuntamento di fine anno

(m.m.) «La festa dello sport è una piacevole occasione d'incontro»: così Luciano Trevisson, presidente del Coni provinciale, ha definito l'evento svoltosi ieri sera a Pedavena. Convivio ideale, oltre che per premiare gli atleti meritevoli che si sono distinti per le loro prstazioni, anche per tracciare un veloce bilancio di un altro anno che va a chiudersi. La Provincia, con il premio Sport&Profitto, ha indicato con chiarezza l'importanza del rapporto tra sport e scuola. I giovani imprenditori hanno posto invece l'accento sull'importanza del lavoro di promozione della pratica sportiva.

Al tavolo dei relatori anche il presidente regionale del Coni , Gianfranco Bardelle, orgoglioso di essere presente, ma soprattutto di essere cittadino di una regione molto sportiva: «Il Veneto vanta un grande movimento di sport e cultura - ha detto Bardelle - e per questo vale la pena fare squadra per far capire agli altri il bello della nostra attività che ci permette di farci valere». Il presidente della Provincia, Sergio Reolon, ha ricordato l'importanza di lavorare insieme per lo sport: «Perché attorno allo sport -ha aggiunto - c'è un mondo di volontariato eccezionale. L'organizzazione della società è sempre più una competizione "drogata", quindi non lanciamo proclami di vittoria, ma piuttosto insegniamo ai nostri giovani a partecipare e costruire assieme agli altri qualche cosa di importante». E che l'amministrazione provinciale, soprattutto con l'assessore Ezio Lise, ci creda nell'importanza della promozione della pratica sportiva, è confermato dai contributi passati in pochi anni da 20 mila a 180 mila euro. Franco Zaetta, sindaco di Pedavena, ha ringraziato il Coni per aver scelto Pedavena come capitale dello sport per giovani e meno giovani: «La nostra provincia - ha detto Zaetta - ha raggiunto risultati invidibili nello sport: vale veramente la pena di continuare a crescere sostenendo i nostri giovani».

I PREMIATI -Ecco l'elenco completo dei premiati nella festa feltrina di ieri sera. Premio Sport&Profitto: Matteo Mastellotto (calcio), Agnese Tartaglione (hockey ghiaccio), Andrea Scarzello (sci alpino), Samuel Dalla Gasperina (pallavolo), Maria Paniz (atletica leggera), Andrea Fagherazzi (tiro con l'arco), Mauro e Fabio Carlin (bocce), Emanuele Casali (rugby).Premi Coni : Medaglia d'argento al valore atletico. Fausto Cerentin, Fabrizio Fontanive, Elda Piller Hofer, Licia Piller Hofer, Ilaria Sommavilla.Medaglia di bronzo al valore atletico: Noemi Batki, Germano Bernardi, Giuliano Bigarella, Simone Cappellin, Fausto Cerentin, Stefano D'Agostini, Ivan Da Pozzo, Daniel Da Rin, Diego Da Rin, Franco Da Rin, Alessandro De Michiel, Diego De Michiel, Sandro Del Favero, Giacomo Kratter, Marina Mosti, Igor Olivo, Elda Piller Hofer, Silvia Pontil, Roberto Rossi, Chiara Simionato, Ilaria Sommavilla, Daniela Turra.Stella di bronzo al merito sportivo: Nilo Riva.Premio speciale del Coni : Mattia Rossi.Premio gruppo giovani imprenditori: (società) Rugby Belluno, Orienteering Dolomiti, Bocce Club Belluno, Hockey Club Pieve di Cadore, Polisportiva Sovramonte, Gruppo dilettantistico vela della Lega navale Italiana di Belluno, Atheltic Club Belluno, Us Agordina, Ginnastica Juventus Alpina; (tecnico/dirigente) Alex Penciu.